Se hai effettuato altri ordini inserisci la tua email e la password:
Se vuoi Registrati Clicca Quì  —  Hai dimenticato la password?

L'ambiente del sud
La persona - Collana Emmanuel Mounier
Gli sforzi e i processi educativi
Per una nuova evangelizzazione
I problemi intorno alla persona
Per rileggerli
Teologia e tradizione
Studi di storiografia filosofica
Analecta nicolaiana
Svegliare l'aurora
Historica
Studi e ricerche dell'Istituto Superiore di Scienze Religiose - Bari
I racconti
Theologica - Collana della Facoltà Teologica Pugliese

NOVITA'
PROMOZIONI
CONDIZIONI DI VENDITA
Prodotti nel carrello: 0  |  Totale pubblicazioni: 196  |  Visualizza carrello  |  Svuota carrello
DESCRIZIONE PUBBLICAZIONE
CODICE: evangelizzazione 38
COLLANA: Per una nuova evangelizzazione
AUTORE: Ugo Donato Bianchi
DATA PUBBL.: 04/2019
EDIZIONE:: 1
VOLUME:: 1
PAGINE:: 376
ISBN: 978888592119

SCRITTI PASTORALI

Quantità
€ 10,00


“Era molto interessante ascoltare Mons. Ugo Donato Bianchi Arcivescovo
di Urbino, perché la sua parola semplice e convinta sulla salute,
sulla malattia e sulla sofferenza colpiva per la profondità culturale e per
l’esperienza a contatto con i malati. Da ogni incontro con lui si usciva
con la convinzione di trovarsi di fronte a una persona tutta presa dal suo
ministero pastorale, sempre pronta ad ascoltare con l’atteggiamento di
chi vuol sempre imparare più che insegnare.
Si sentiva più discepolo che maestro. Eppure insegnava. E come insegnava,
con la parola ben calibrata e convinta e soprattutto con la vita
tutta spesa per Gesù Cristo, l’ideale del suo sacerdozio...
Si può parlare di lui come di una persona colta e amica, disponibile ad
imprimere nella mente degli ascoltatori le idee fondamentali sulla fede
cristiana…
Non si può dimenticare l’ultima sua presenza tra gli operatori pastorali
della sanità nel santuario di Loreto, dove ha pronunciato le parole che
possono essere ritenute come il suo testamento sulla pastorale sanitaria.
Siamo nel novembre 1998: «Pur avendo fatto qualche passo (nella pastorale
sanitaria) e dicendo sinceramente grazie per questo cammino, io
credo che dobbiamo farne di più, possibilmente insieme e in fretta: con
chi è malato (ed è Gesù stesso in croce) non possiamo arrivare tardi.
Dobbiamo arrivare in tempo e per questo i passi, i cuori e le mani debbono
essere tanti… la trama di questa pastorale nella sua ordinarietà interpella
tutti.
Il dolore sprigiona amore e aspetta amore. Ha le mani alzate imploranti.
Nel silenzio c’è un lamento che geme e c’è un urlo che chiama per nome.
Sembra che non tutti ascoltino anche nella chiesa. Vi confesso con
l’umiltà di un povero fratello: non è facile star male»”.
dalla Presentazione


© 2011, ECUMENICA EDITRICE Scrl - P.IVA: 00850890724 - Privacy - Informativa Cookie
Web Made In Italy Jcom Italia - Web Comunicazione Marketing